play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    RADIO VENERE LIVE!!! La Musica le News lo Sport in Calabria

  • play_arrow

    RADIO VENERE LIVE 2!!! La Musica le News lo Sport in Calabria

CRONACA

Bianco, confiscati a imprenditore beni per 15milioni di euro

today7 Luglio 2022 133

Sfondo
share close

Beni per un valore di 15 milioni di euro sono stati confiscati all’imprenditore reggino Antonio Scimone, di 47 anni, originario di Bianco, coinvolto nel processo “Martingala” scaturito da un’inchiesta condotta dalla Dda di Reggio Calabria diretta da Giovanni Bombardieri.

Il sequestro è stato disposto dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria ed eseguito dalla Dia e dalla Guardia di finanza.

A Scimone è stata applicata anche la misura della sorveglianza speciale per quattro anni, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.
I beni oggetto della confisca consistono nell’intero patrimonio aziendale, disponibilità finanziarie, sette imprese e società commerciali con sedi in Italia ed all’estero, una ditta individuale, cinque immobili e dieci orologi di lusso. I beni confiscati erano stati sequestrati nell’ottobre del 2020.
Antonio Scimone, nell’ambito dell’inchiesta “Martingala”, è stato arrestato nel febbraio del 2018 e rinviato a giudizio con l’accusa di essere stato il “regista” di un sistema illecito di società fittizie, con sedi in Italia ed all’estero, ed in particolare in Croazia, in Slovenia, in Austria e in Romania, di cui avrebbe avuto la disponibilità diretta o indiretta. Alcune delle imprese gestite da Scimone, secondo quanto è emerso dalle indagini, sarebbero state collegate a cosche di ‘ndrangheta.

Scritto da: Redazione

Rate it

Articolo precedente

CRONACA

Arresti nella Locride

  Questa mattina, nelle province di Reggio Calabria, Pavia, Udine, Terni e Catanzaro i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dall’ Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri, nei confronti di 29 soggetti, con l’accusa di aver fatto parte, a vario titolo, di un’ articolata associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata alla […]

today6 Luglio 2022 64 1