play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    RADIO VENERE LIVE!!! La Musica le News lo Sport in Calabria

  • play_arrow

    RADIO VENERE LIVE 2!!! La Musica le News lo Sport in Calabria

CRONACA

Calabria“Emergenza incendi 2022: proseguono serrati i controlli dei Carabinieri”.

today19 Agosto 2022 26

Sfondo
share close

Anche quest’anno i Carabinieri della Compagnia di Taurianova, allo scopo di arginare il dilagante fenomeno degli incendi boschivi, sempre più ricorrenti a causa del caldo torrido e del comportamento doloso ed incauto di numerosi individui, hanno messo in atto un’efficace attività di prevenzione che, corroborata da interventi mirati ed incisivi, ha consentito di individuare ed assicurare alla giustizia alcuni soggetti resisi responsabili nell’aver innescato focolai in grado di mettere in concreto pericolo l’incolumità della popolazione e di arrecare ingenti danni al patrimonio verde e alla fauna del comprensorio della piana di Gioia Tauro.

L’incessante lavoro compiuto ha permesso dunque di deferire per il reato di cui all’art. 256 co. 3 del D. Lgs nr. 152/2006 (Codice dell’ambiente) un imprenditore agricolo originario del cosentino ma residente a Polistena, sorpreso all’interno di un proprio terreno nell’appiccare il fuoco ad una serie di materiali consistenti in rifiuti non pericolosi, scongiurando pertanto un potenziale danno ambientale.

Ancora, i militari dell’Arma hanno colto in flagranza un ragazzo di Cinquefrondi intento a dare alle fiamme delle sterpaglie collocate in un terreno situato nelle adiacenze di un noto esercizio commerciale a Polistena, deferendolo per il reato di cui all’art. 423 del codice penale, preservando di conseguenza l’incolumità delle persone e l’integrità della struttura.

Il quadro indiziario rassegnato alla Procura della Repubblica di Palmi, si è sostanziato in un articolato mosaico probatorio corroborato dall’identificazione certa dei responsabili delle condotte poc’anzi esplicitate, con la specificazione che, trattandosi di un provvedimento che si colloca nella fase delle indagini preliminari, rimangono salve le ulteriori valutazioni – anche a favore degli indagati – da compiersi in sede processuale.

 

Scritto da: Redazione

Rate it

Articolo precedente

CRONACA

Scilla : i Carabinieri sequestrano 1, 3 tonnellate di alimenti in cattivo stato di conservazione

Il Nas di Reggio Calabria e la Stazione Carabinieri di Scilla (Rc) a conclusione di una mirata attività info-investigativa hanno deferito in stato di libertà il rappresentante legale di due stabilimenti balneari della nota località turistica dello Stretto di Messina, in quanto avrebbe detenuto 1.300 Kg di alimenti in cattivo stato di conservazione. L’attività, conclusasi la vigilia di ferragosto, ha avuto inizio con l’ottimo intuito dei Carabinieri della Stazione di […]

today18 Agosto 2022 47