play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    RADIO VENERE LIVE!!! TRASMETTIAMO EMOZIONI!!!

  • play_arrow

    RADIO VENERE LIVE 2!!! TRASMETTIAMO EMOZIONI!!!

CRONACA

Polizia di Stato: Brancaleone sequestrati 41 kg di giochi pirotecnici e denunciato un soggetto per detenzione illegale, fabbricazione o commercio abusivo di materie esplodenti

today31 Dicembre 2022 18

Sfondo
share close

In Brancaleone, personale del Commissariato di P.S. di Condofuri, nell’ambito di un apposito servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati di fabbricazione, detenzione e commercio abusivo di materiale esplodente, ha sequestrato 41 kg. di materiale pirotecnico di provenienza illecita e mal custodito.

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno effettuato una perquisizione in uno stabile privato, non interamente rifinito e con una porta di accesso in semplice alluminio, nella disponibilità di un soggetto residente in Brancaleone.

Al primo piano il personale del Commissariato di Condofuri ha rinvenuto 42 scatoloni di cartone contenenti 41 kg. di carica esplosiva, giochi pirotecnici, provvisti di marcatura CE, la cui autenticità è in corso si accertamento, del tipo F2 categoria V gruppo D.

I cartoni sono stati trovati accatastati, non in sicurezza e vicini a vario materiale altamente infiammabile.

Il soggetto individuato quale possessore di detto materiale pirotecnico, all’atto del controllo, non è stato in grado di fornire le fatture d’acquisto della merce e, pertanto, il materiale esplodente è stato sequestrato e l’uomo denunciato in stato di libertà ex art.38 TULP e 678 c.p., per detenzione illegale, fabbricazione o commercio abusivo di materie esplodenti.

I controlli ed i monitoraggi saranno intensificati in tutta la provincia, soprattutto in queste giornate, in vista della notte di San Silvestro, per prevenire il più possibile la vendita di giochi pirotecnici senza licenza dell’autorità competente.

Scritto da: Redazione

Rate it