SCUOLABUS PER ALUNNI DISABILI: Vito Crea ricostruisce i fatti

di Redazione  | 08/10/2019 in " In primo piano "
707 letture | 0 commenti | 0 voti

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In merito al comunicato stampa del Sindaco di Bovalino, relativo all’acquisto di uno scuolabus finanziato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, è utile ricostruire l’intera vicenda al fine di ristabilire la verità dei fatti.

La scrivente Associazione ADDA, che opera oramai da diversi anni a sostegno delle persone con disabilità e delle fasce più deboli della società, in data 24/10/2017 ha segnalato al Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria che l’Amministrazione comunale di Bovalino aveva proceduto all’attivazione del servizio di trasporto degli alunni con mezzi inidonei al trasporto degli alunni disabili. 

Con nota prot. 2332 del 02/11/2017 il Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria Antonio Marziale inviava al Comune di Bovalino una segnalazione di pregiudizio a danno di minori disabili, diffidando contestualmente l’Ente inadempiente a porre in essere ogni atto o provvedimento diretto a rendere effettivo il diritto fondamentale all’istruzione degli alunni diversamente abili, garantendo il servizio del trasporto scuolabus con mezzi idonei e personale specializzato.

A seguito di tale diffida in data 09/11/2017 l’Amministrazione comunale di Bovalino rendeva noto, a mezzo stampa, di aver avanzato domanda alla Città Metropolitana di Reggio Calabria per la fornitura di uno scuolabus idoneo al trasporto degli alunni disabili. Ma essendo oramai scaduto il termine per l’inserimento della suddetta richiesta nel Piano per il Diritto allo Studio 2017/2018, la stessa non trovava alcun riscontro e pertanto veniva inserita nel successivo Piano per il Diritto allo Studio 2018/2019, approvato con Deliberazione GM n. 98 del 19/04/2018, senza peraltro allegare l’indispensabile indagine di mercato utile a quantificare i costi necessari all’acquisto e alla messa in funzione del mezzo. 

Successivamente con Deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 27/2019 del 15 Marzo 2019, pubblicata all’albo pretorio dell’Ente con valore di notifica, veniva approvato il Piano di interventi per il diritto allo studio 2018/2019 della Città Metropolitana di Reggio Calabria, nell’ambito del quale veniva concesso al Comune di Bovalino, tra l’altro, un contributo di euro 50 mila per l’acquisto di uno scuolabus attrezzato per il trasporto dei disabili.

La concessione del contributo veniva ufficialmente confermata dallo stesso Vice Sindaco Metropolitano Mauro, in occasione dell’iniziativa “Otto passi in avanti” tenutasi presso l’Istituto Comprensivo di Bovalino il 01/04/2019 e successivamente la notizia veniva riportata in un comunicato stampa diffuso il giorno seguente dalla scrivente Associazione ADDA.

Nonostante ciò,nessun provvedimento veniva adottato dall’Amministrazione comunale di Bovalino per procedere all’acquisto del mezzo finanziato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, indispensabile per il trasporto degli alunni disabili che a tutt’oggi non viene effettuato per mancanza di un mezzo idoneo. L’esistenza del contributo veniva addirittura negata dal Sindaco di Bovalino in una intervista rilasciata al giornale CostaJonicaWeb in data 13/07/2019.

Pertanto la scrivente Associazione, anche in considerazione dell’imminente avvio del l’anno scolastico, sollecitava l’Amministrazione comunale a predisporre tutti gli atti amministrativi necessari all’acquisto del mezzo, al fine di scongiurare la perdita del prezioso contributo, non essendo necessario nessun ulteriore provvedimento, stante l’avvenuta pubblicazione con valore di notifica della Deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 27/2019 del 15 Marzo 2019, come specificato nella Circolare prot. 78858 del 06/09/2019 - Settore 5 Istruzione e Formazione Professionale della Città Metropolitana di Reggio Calabria. La regolarità di tale procedura è stata confermata dallo stesso Settore 5 nella nota inviata alla scrivente Associazione in data 07/10/2019, nella quale viene chiaramente specificato che la comunicazione della Città Metropolitana di Reggio Calabria acquisita al Protocollo del Comune di Bovalino n. 10881 del 06/08/2019 e citata nella Deliberazione GM n. 198 del 03/10/2019 quale “atto di formalizzazione della concessione del finanziamento” per l’acquisto dello scuolabus, altro non era che una mera nota cognitoria, con la quale veniva confermato, e non comunicato, il contributo concesso e il riepilogo descrittivo delle somme assegnate con la già citata Deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 27/2019 del 15 Marzo 2019 che, sebbene già notificata agli effetti di Legge sull’Albo Pretorio on line, veniva comunque allegata in copia alla stessa nota”.

Tutto estremamente chiaro a conferma di quanto sostenuto dalla scrivente Associazione. 

In data 06/10/2019 in un comunicato stampa a firma del Sindaco di Bovalino Avv. Vincenzo Maesano veniva data notizia che la Giunta comunale con Deliberazione n. 198 del 03/10/2019 (a distanza di oltre 6 mesi dalla Deliberazione del Sindaco Metrolopitano n. 27/2019 del 15/03/2019) aveva approvato un atto di indirizzo con il quale veniva finalmente dato mandato ai Responsabili delle U.O. Finanziaria e Amministrativa di procedere all’acquisto dello scuolabus. 

Nella suddetta nota il Sindaco Maesano ringraziava il Sindaco Metropolitano Falcomatà “per l’attenzione avuta nei confronti del Comune di Bovalino”. Non si comprendono le ragioni di tale ringraziamento, considerato che, nella Deliberazione n. 27/2019 del 15 Marzo 2019, veniva specificato che "il contributo è stato concesso preso atto dell’istruttoria eseguita dal Settore Istruzione e Formazione Professionale” e tutte le richieste presentate dai 9 Comuni richiedenti venivano regolarmente finanziate. Tra l’altro la suddeta Deliberazione è stata adottata dal Vice Sindaco Metropolitano Avv. Riccardo Mauro e non dal Sindaco Metropolitano Avv. Giuseppe Falcomatà.

In chiusura del comunicato stampa veniva pubblicamente accusata l’Associazione ADDA di avere speculato sulla vicenda e di avere diffuso in merito notizie false al fine di accaparrarsi meriti altrui.

La ricostruzione di quanto accaduto, esposta in premessa, rappresenta la verità incontrovertibile dei fatti, suffragata da atti e documenti ufficiali e dimostra l’inerzia dell’Amministrazione comunale che, tra l’altro, potrebbe rendersi responsabile della perdita di ulteriori ingenti fondi destinati dal Piano per il Diritto allo Studio 2018/2019 all’acquisto di attrezzature didattiche specialistiche per alunni disabili, alla mensa e agli assistenti educativi, che ancora oggi non sono presenti nelle scuole di Bovalino, nonostante l’anno scolastico sia iniziato da diverse settimane.

Le accuse gratuite del Sindaco di Bovalino contenute nel comunicato stampa diffuso nei giorni scorsi ledono gravemente l’immagine dell’Associazione ADDA, che con grande sacrificio opera quotidianamente a tutela delle fasce più deboli e che si è resa promotrice, in questa triste vicenda, della segnalazione presso il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza della mancata attivazione, da parte del Comune di Bovalino, del servizio di trasporto per gli alunni disabili.

Nella qualità di legale rappresentante dell’Associazione ADDA, a tutela dell’immagine e della reputazione dell’Associazione che mi onoro di presiedere, ho dato mandato ai nostri legali per verificare se nel comunicato stampa diramato del Sindaco di Bovalino per l’Amministrazione comunale, esistono gli estremi del reato di diffamazione a mezzo stampa, al fine di procedere con specifica querela.

VITO CREA

 PRESIDENTE ADDA


comments powered by Disqus