Secondo caso di coronavirus. Si tratta di una cittadina cauloniese

di redazione  | 16/03/2020 in " Cronaca "
2592 letture | 0 commenti | 0 voti

ore 20:10

Come da comunicazione che riportiamo di seguito, emerge un secondo caso di coronavirus in zona. E' ancor più doveroso attenersi a tutte le norme promulgate in questi giorni, per evitare che oltre i contagi in essere (o in incubazione) se ne verifichino di nuovi.
 

"Cari cittadini, vi comunico che sono stato appena informata dal Dipartimento di Prevenzione dell'ASP, di una nostra concittadina risultata positiva al COVID-19.
Il Servizio Sanitario territoriale si è prontamente attivato per svolgere l'indagine sui contatti della nostra concittadina in ambito familiare al fine di determinarsi con i provvedimenti di quarantena.
Invito tutta la cittadinanza a mantenere la calma, ad osservare le prescrizioni dettate e a rimanere a casa.
Vi terremo aggiornati sull'evolversi della situazione.

Il Sindaco
Caterina Belcastro"

ore 17:10

Arriva la conferma ufficiale, sul primo caso di COVID-19 nella Locride
Al termine di una giornata molto caotica, noi abbiamo scelto il canale istituzionale per dare le informazioni sul presunto caso di coronavirus nella Locride.
Non siamo tecnici e non possiamo entrare nei meccanismi con i quali si arriva ad accertare una positività con più tamponi eseguiti, ma ciò che conta è l'esito finale ed ora è ufficiale il primo caso di contagio nel comprensorio.

L'invito rimane quello di non perdere la calma ed attenersi alle indicazioni delle autorità

 

 

 

 

ore 13.08

E' stata una mattinata convulsa quella vissuta oggi nella locride. Nelle prime ore del giorno con post social da parte del sindaco di Locri è stata diffusa la notizia della positività di un cittadino, residente a Siderno, al coronavirus.

Pochi minuti fa è arrivato il sospiro di sollievo (attraverso il medesimo canale), il controtest che poi è quello decisivo ha dato esito negativo.

In ogni caso l'uomo insieme ad altre persone che erano con lui in un periodo di permanenza in alta Italia unitamente ad altro individui che si sono trovati nello stesso aereo con il quale aveva viaggiato, erano tutte in regime di controllo.

E' essenziale in questo momento lo stare a casa non per contenere l'aumento dei numeri di chi eventualmente il virus ce l'ha in incubazione, ma per evitare nuovi contagi.


Tags : coronavirus
comments powered by Disqus