Bovalino. Sulla questione rifiuti l'Amministrazione sollecita l'intervento del Prefetto

di redazione  | 04/07/2018 in " Politica "
1406 letture | 0 commenti | 0 voti

Ecco la nota ricevuta:

 

Bovalino, lì 04.07.2018

                                                                                                         

 

                                                                                                          Ill.mo

                                                                                                          Sig. Prefetto di Reggio Calabria

                                                                                                          Via Miraglia n. 1

                                                                                                          REGGIO CALABRIA

                                                                                                       

                                                                                                

                                                                                                          p.c. Spett.le

                                                                                                          Locride Ambiente S.p.A.

                                                                                                          Corso della Repubblica n. 60

                                                                                                          89048 SIDERNO (RC)

                                                                                                        

 

 

Oggetto: Servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani nel territorio del Comune di Bovalino.

 

In riferimento all’oggetto sopra indicato si espone quanto segue.

Questa Amministrazione, prendendo atto della Determina n. 71 del 19.05.2017, con la quale la Commissione Straordinaria ha aggiudicato, in via definitiva, alla Società Locride Ambiente la gestione del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani su tutto il territorio comunale, appena insediatasi in data 12.06.2017, ha attuato e vigilato sulla corretta applicazione del Capitolato Speciale d’Appalto e del contratto.

Infatti, ha sollecitato e sta continuando a sollecitare, attraverso molteplici note, lo svolgimento di tutti i servizi rientranti nello stesso. Tuttavia, ad oggi permangono delle criticità sia in ordine allo spazzamento delle strade che in ordine al servizio di raccolta differenziata “porta a porta” e stradale dei rifiuti solidi urbani.

Dopo l’avvio della raccolta differenziata su gran parte del territorio limitrofo al centro urbano (frazioni, contrade e periferie), in data 25.06.2018 è stata avviata la raccolta anche nelle vie principali del paese (Lungomare, C.so Umberto, Via Garibaldi, Via XXIV Maggio e traverse), ma purtroppo si sono create delle gravi criticità dovute al ritardo nella consegna dei mastelli e all’abbandono incontrollato di rifiuti sul territorio comunale ove in precedenza erano ubicati i cassonetti.

È bene evidenziare che il ritardo nella consegna dei mastelli è dipeso esclusivamente dalla società Locride Ambiente che, nonostante le numerose richieste verbali e formali (che si allegano) non ha ottemperato al ritiro del materiale occorrente (mastelli), adducendo a propria giustificazione il ritardo dell’Ente nel pagamento delle fatture (vedi allegati).

In relazione all’abbandono dei rifiuti da parte di cittadini indisciplinati, questo Ente attraverso il proprio sistema di videosorveglianza (che purtroppo non copre tutto il territorio comunale) ha provveduto a contestare diverse violazioni irrogando le relative sanzioni amministrative. Lo stesso è stato fatto per gli utenti segnalati dalla società per commesse irregolarità nella differenziazione dei rifiuti.

Al contempo, però, la società Locride Ambiente nonostante le innumerevoli segnalazioni, richieste e solleciti, sia verbali che formali (che si allegano), non ha provveduto alla pulizia delle zone interessate dall’abbandono dei rifiuti che, pertanto, dopo una settimana si sono accumulati creando molteplici disagi per la salute pubblica, la viabilità, l’incolumità pubblica e il decoro urbano, aggravati dall’arrivo della stagione estiva.

Da non sottovalutare che Bovalino, estendendosi lungo la fascia costiera ionica, è paese a vocazione turistica e il protrarsi del deturpamento ambientale arreca danni sia agli esercenti commerciali e sia alla comunità intera che si appresta ad organizzare ed ospitare eventi socio-culturali a carattere anche nazionale.

Quest’ultima circostanza determina quest’Amministrazione ad interessare S.E. il Prefetto di Reggio Calabria, in quanto Bovalino dopo anni di degrado ambientale, nell’ultimo anno ha avviato un cambiamento radicale soprattutto in relazione alla pulizia e al ripristino del territorio garantendo alla comunità un paese più vivibile.

I risultati ottenuti non possono essere sviliti a causa delle inadempienze della società Locride Ambiente, la quale in diverse circostanze ha ribadito che non effettua il servizio per il mancato pagamento di fatture arretrate.

Sul punto, evitando di esprimere giudizi sul modo arbitrario di esercitare le proprie ragioni – per il quale l’Ente si tutelerà presso tutte le sedi più opportune - si evidenzia che per la fattura di Dicembre 2017 non pagata, la società – come già comunicato - deve fare istanza all’Organo Straordinario di Liquidazione a causa dell’intervenuta dichiarazione di dissesto.

Mentre, le fatture di Novembre 2017 (comunque di competenza dell’O.S.L.) e Maggio 2018 sono in contestazione, in quanto l’Ente ha provveduto ad applicare le penalità così come previsto dal contratto e dal Capitolato Speciale di Appalto a seguito delle accertate inadempienze della società Locride Ambiente.

Con la presente, pertanto, a tutela della salute e dell’incolumità pubblica, nonché per ragioni di ordine pubblico, si chiede a S.E. il Prefetto di Reggio Calabria di convocare una riunione con tutte le parti interessate, al fine di ripristinare il rispetto del contratto e far cessare l’interruzione del pubblico servizio.

Quanto sopra si chiede nella consapevolezza che l’avvio di un’azione giudiziaria, in questo momento, potrebbe comportare un aggravio della situazione ambientale e delle conseguenze ancora più gravose per la comunità.

Fiduciosi nella Sua sensibilità e attenzione verso la suddetta problematica, ringraziandoLa per l’attenzione riservata, si porgono distinti saluti.

       L’Assessore                                                                                                        Il Sindaco

 Avv. Cinzia Cataldo                                                                                     Avv. Vincenzo Maesano

 

In copertina una foto di repertorio


Tags : bovalino
comments powered by Disqus