Bovalino. L'imprenditrice Antonella Trimboli "quasi pronti per la stagione estiva"

di Redazione  | 18/05/2020 in " Attualità "
2041 letture | 0 commenti | 0 voti

18 Maggio 2020 è una data che sarà ricordata come il giorno della "ripartenza", il ritorno alla normalità o quasi dopo l'emergenza Covid-19. A Bovalino oggi riaprono definitivamente anche bar e ristoranti insieme a tante altre attività con tanta voglia di reagire e di rimettersi subito in gioco. 

A suonare la carica anche la ristoratrice Antonella Trimboli da 13 anni nel settore titolare della "Vecchia Macina"  e dello stabilimento balneare "Lido Mirage" che Antonella è pronta a riaprire in vista della stagione estiva. "Sono fiduciosa sto ricevendo prenotazioni per gli ombrelloni ed anche se viviamo un clima di incertezza sto programmando la stagione estiva. C’è voglia di normalità e di buttarci tutto alle spalle anche se le incognite sono molte. Voglio pensare che tutto si risolverà e che potremo salvare almeno la stagione estiva che per il nostro territorio è fondamentale. Sarà una riapertura parziale per il nostro lido - spiega l'imprenditrice - sicuramente faremo il 50% in meno rispetto alla passata stagione e dovrò fare a meno della ristorazione, ci limiteremo a bevande e qualche panino puntando sui giovani “. Una stagione da riprogrammare per Antonella Trimboli che “avendo già un’attività di ristorazione aperta tutto l'anno, in questa situazione precaria, inutile andare ad investire con altro personale. Partiamo già con una perdita, e nonostante a Luglio Agosto sono sicura che la situazione sarà diversa la paura tra la gente c'è ancora". 

"Aumenteremo le distanze tra gli ombrelloni ed inevitabilmente avremo meno posti disponibili e quindi meno introiti” spiega l'imprenditrice che però non si da per vinta. Sugli aiuti dello stato per l’emergenza l’imprenditrice spiega “Ho la fortuna di non avere il peso dell'affitto e posso dire che la mia è un'azienda "sana"  e non mi è pesata tanto, ma ho dei dipendenti da mantenere e questo è il nodo cruciale, gli ultimi interventi annunciati se si concretizzeranno saranno fondamentali. E’ chiaro che con la riapertura non farò gli stessi “coperti” che facevo prima, mentre le spese di gestione saranno le stesse”.

Nella foto sopra Antonella Trimboli, più in basso i ragazzi dello staff della Vecchia Macina da sinistra Alessandro Rondò, Alessandro Letizia, Antonio Giorgi, Giovanni Tallariti

 


comments powered by Disqus